Casa ecosostenibile: il primo passo è il fotovoltaico!

HOME SWEET HOME

Casa ecosostenibile: il primo passo è il fotovoltaico!

Dagli anni Settanta ad oggi la bioedilizia ha compiuto passi da gigante dal punto di vista del risparmio energetico e della salvaguardia dell’ambiente. Questo approccio progettuale e culturale ha portato avanti il concetto di casa ecosostenibile, un ambiente costruito e arredato tenendo conto di elementi come materiali naturali, efficienza dei consumi, energie rinnovabili ed elettrodomestici intelligenti. In pratica un luogo dove comfort e performance sono sullo stesso piano. La difficoltà maggiore però sta nello sfruttare al massimo tutte le risorse che la casa e il terreno sul quale è stata edificata possono fornire. Se ne parla molto spesso ma siamo ben lontani dal centrare pienamente l’obiettivo.

Attualmente, seppure in modo parziale, è comunque possibile ridurre ogni tipo di spreco attraverso tecnologie innovative che, oltre a migliorare la qualità della vita all’interno delle mura domestiche, permettono di ridurre sensibilmente l’impatto ambientale e di risparmiare - non poco - sulle bollette. Che si tratti di nuova costruzione o di riqualificazione, il fotovoltaico è sicuramente un ottimo punto di partenza. Nonostante si pensi il contrario, il prezzo di un impianto fotovoltaico si è ridotto sensibilmente rispetto agli anni in cui erano attivi gli incentivi statali; questo grazie a un’offerta sempre più ampia e al miglioramento dell’efficienza di tale sistema.

Si parla tanto di conto energia e pannelli solari ma l’idea di installare un impianto solare domestico continua ad essere poco considerata sia per le difficoltà tecniche, sia perché non sono ancora chiari i vantaggi che comporta un’operazione di questo tipo. Una cosa è certa: il costo del fotovoltaico non è più l’ostacolo principale! In merito al funzionamento, l’impianto non fa altro che trasformare direttamente l’energia solare in energia elettrica attraverso le sue componenti che sono principalmente: gli inverter che trasformano la corrente continua generata dai pannelli fotovoltaici in corrente alternata, i quadri elettrici, i cavi di collegamento e naturalmente i pannelli o moduli fotovoltaici.

All’interno dell’ampio ventaglio di interventi appartenenti alla categoria della riqualificazione energetica, l’installazione pannelli fotovoltaici è senza dubbio la soluzione più efficace per ottenere un notevole risparmio che si concretizza con:

  • la riduzione dei prelievi dalla rete elettrica tradizionale;
  • l’aumento del tasso di efficienza energetica;
  • il salto nel ranking delle classi energetiche in relazione alla tipologia di immobile.

Naturalmente questi tre fattori hanno ricadute molto positive sul territorio. Ecco perché l’attitudine green del fotovoltaico non ha eguali. Produrre energia pulita e rinnovabile è una scelta che mette d’accordo tutti. Oltre ai tanti aspetti economicamente convenienti, si registrano una riduzione dello sfruttamento di risorse naturali esauribili e inquinanti e il contenimento delle emissioni di anidride carbonica. È questo il punto di partenza per contribuire in prima persona al raggiungimento dei tanto discussi obiettivi di efficienza energetica. Ora è possibile, perciò perché non pensarci?

 
Eleonora

Eleonora Musumeci

6 thoughts on “Casa ecosostenibile: il primo passo è il fotovoltaico!”

  1. Sheila - 27 novembre 2017 21:11

    Bel mio quartiere tante nuove costruzioni hanno il fotovoltaico sarebbe bello poter convertire tutto

    Rispondi
  2. samantha - 27 novembre 2017 21:30

    Per la mia azienda, li stiamo montando proprio in questi giorni.
    Era una cosa da fare, anche perché c’è un notevole risparmio ma soprattutto è energia pulita!

    Rispondi
  3. Rosaria - 28 novembre 2017 6:51

    Davvero interessante cara ci farò un pensierino

    Rispondi
  4. Greta - 28 novembre 2017 10:01

    Io e mio marito siamo per il fotovoltaico e infatti ci stiamo facendo un pensierino per la casa in montagna

    Rispondi
  5. maria boiano - 28 novembre 2017 15:37

    stavamo proprio pensando a qualcosa del genere, vorremmo proporlo all’amministratore per il condomio, sarebbe davvero un ottima cosa

    Rispondi
  6. elena b. - 28 novembre 2017 21:49

    ti confesso che una casa simile sarebbe il mio sogno, è davvero splendida. chissà in futuro ci riuscirò anche io.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *