Omkafè, ricetta di famiglia

HOME SWEET HOME

Da un po' non parliamo di caffè, il che è molto strano, dato che senza io non mi accendo. L'ultima miscela che ho provato e che sto consumando tuttora è firmata Omkafè che esce dalla laboriosità e passione de La Casa del Caffè, a Riva del Garda. Sono ormai 60 anni che la famiglia Martinelli tosta e compone le sue ottime miscele e, a giudicare dalla lunga esperienza, molto apprezzate dai consumatori. Oggi Omkafè è una solida realtà fondata sull'innovazione, sulla qualità di prodotti e servizi e sul rispetto dell'ambiente.

omkafè-logo

Omkafè, ricetta di famiglia

A parte il fatto apprezzabile che il caffè viene prodotto con il 100% di energia rinnovabile, gli esperti di Omkafè selezionano con cura la materia prima, il caffè, e poi, con attenzione e precisione, nel rispetto della tradizione coniugata all'innovazione, preparano le miscele che vengono fatte riposare 7 giorni prima della vendita.

 omkafè-1

omkafè-Diamante-mug-1

In un elegante sacchettino a tema, chiuso con cura da un fiocco azzurro, Omkafè è giunto in casa mia con tutto il suo inconfondibile aroma. Ho gustato con piacere Omkafè Diamante Macinato Moka (barattolo in latta da 250g), un caffè che ha origine dalle piantagioni dell'India, del Brasile e della Colombia, per giungere in Italia dove viene lavorato secondo i nostri canoni e secondo la ricetta tradizionale e speciale della famiglia Martinelli. La miscela, arabica 92% e robusta 8%, è unica e irresistibile, dal gusto corposo e persistente, per un'ottimo espresso da gustare, secondo tradizione, previa preparazione in moka. Con il caldo di questo periodo mi è capitato spesso di prepararlo freddo: basta shakerarlo con ghiaccio e zucchero e il gioco è fatto. Per far felice mio marito, ogni tanto, aggiungo un po' di liquore e così lo beviamo dopo pranzo, per goderci un momento di piacere e golosità.

Insieme a Omkafè Diamante Macinato Moka, ho ricevuto anche un gradito omaggio, una graziosa tazza mug bella da esporre e pratica per gustarmi il mio caffè latte mattutino.

WEB - FACEBOOK

Eleonora

Eleonora Musumeci

11 thoughts on “Omkafè, ricetta di famiglia”

  1. Chiara Toty - 8 settembre 2015 17:44

    Non ho mai provato questo caffè.. sai io sono una vera amante di questa bevanda e, se tu la consigli, devo assolutamente provarla

    Rispondi
  2. tinetta - 8 settembre 2015 19:18

    Non lo conoscevo. Che bella é la sua confezione la trovo molto elegante. Lo terrò in considerazione.

    Rispondi
  3. Stefy - 8 settembre 2015 19:22

    non ho mai sentito parlare di questo caffè, mi piacerebbe provarlo. forse ne bevo un po’ troppo ma quando è buono è un piacere al quale non rinuncio

    Rispondi
  4. Il Blog di Maddy - 8 settembre 2015 19:30

    Una buona tazza di caffè è sempre gradita, bella la tazza

    Rispondi
  5. Mara sabina - 8 settembre 2015 20:48

    Il caffè sarà buonissimo e la tazza mug è davvero molto graziosa. ciao Bea

    Rispondi
  6. Linda - 8 settembre 2015 21:29

    Non conoscevo Omkafè, sinceramente. L’azienda Martinelli è meritevole di attenzione vista la cura verso l’ambiente e nel produrre quello che appare essere un ottimo caffè. Complimenti!

    Rispondi
  7. mina cea - 8 settembre 2015 22:03

    Un nuovo brand di caffè che dalla tua recensione dovrebbe essere davvero buono, soprattutto freddo. Utile e buona collaborazione,complimenti

    Rispondi
  8. anna - 9 settembre 2015 13:41

    Un marchio completamente nuovo per me, ma visto che sono una grande bevitrice della bevanda, sicuramente lo proverò!

    Rispondi
  9. Natalia - 9 settembre 2015 14:01

    Essendo una grandissima amante del caffè devo assolutamente provare questo marchio!!! Grazie per la scoperta 🙂

    Rispondi
  10. Eleonora fenu - 9 settembre 2015 22:19

    Sembra ottimo questo caffè, ormai è la mia forza giornaliera! Mattina e sera! Da provare assolutamente questo nuovo brand

    Rispondi
  11. rosaria ciccarino - 10 settembre 2015 11:10

    io amo il caffè e ne consumo tanto , quindi con grande piacere proverò questo nuovo caffè grazie

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *