Come ottimizzare una cucina di piccole dimensioni

HOME SWEET HOME

Come ottimizzare una cucina di piccole dimensioni

La cucina è una stanza molto particolare e anche costosa da arredare e allestire. Ogni donna sogna una cucina spaziosa, simile a quelle dei ristoranti stellati, spesso però bisogna fare i conti con una realtà molto diversa.

Nei nostri appartamenti, specie se in centro città, le cucine molto spesso sono veramente piccole e renderle comode e funzionali si rivela una sfida non facile da vincere.

Ci sono un’infinità di cose a cui bisogna pensare, dal rubinetto lavello cucina ai piani di lavoro, passando per forno e utensili vari. Anche l’illuminazione è importante, così come l’organizzazione generale degli spazi.

Spesso essa, in molte case, è relegata ad un angolo cottura. In sostanza sala da pranzo e cucina si fondono in un unico spazio ed è proprio la seconda ad avere la peggio, finendo messa all’angolo.

In realtà questa situazione non è neppure tra le peggiori, in fin dei conti una zona pranzo con angolo cottura permette di giocare un po’ con gli spazi. Una cucina completamente isolata ed indipendente, ma piccolissima si rivela qualcosa di ancor più complesso da gestire

Ci sono, per fortuna, alcuni accorgimenti che possono aiutarvi a destreggiarvi anche in micro cucine. Per prima cosa evitate il superfluo, spesso abbiamo più pentole del necessario e utensili quasi del tutto inutili.

Se avete un robot da cucina multifunzione, con ogni probabilità non vi servono un frullatore o una centrifuga. Cercate di far entrare nella vostra cucina solo quello che è strettamente necessario.

Tenete a portata di mano solo le cose che usate quotidianamente, le altre potranno essere risposte in altre zone (più spaziose) della casa o in ripiani alti e, magari, non facilissimi da raggiungere.

Cercate di sfruttare lo spazio in verticale, ad esempio con uno scolapiatti posizionato sopra al lavandino e non di lato.

Se necessario sacrificate il doppio lavandino in favore di un piano d’appoggio. Il doppio lavandino è molto comodo, in particolare per lavare i piatti, ma senza un adeguato piano d’appoggio vi troverete con le mani letteralmente legate.

Infine, illuminate molto bene la vostra cucina che spesso, se piccola, potrebbe avere finestre che non garantiscono sufficiente luce naturale. Uno spazio ben illuminato sembrerà più grande e vi permetterà di lavorare meglio, senza rischi di infortuni, che negli spazi ridotti potrebbero essere una concreta insidia.

Se avete una cucina piccola, senza dubbio dovete cedere a qualche compromesso, ma con un po’ di pazienza, vi abituerete e alla fine potrete comunque preparare manicaretti di tutto rispetto.

Eleonora

Eleonora Musumeci

One thought on “Come ottimizzare una cucina di piccole dimensioni”

  1. elena b. - 29 novembre 2017 4:41

    tutte ottime e grandiose idee, alcune son proprio grandiose, adoro questo tuo post mi è stato davvero d’ispirazione

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *