Voilà: la beauty station shabby chic è servita!

HOME SWEET HOME

consolle-shabby-chic

La tendenza shabby chic ha incontrato tanto successo soprattutto per il fatto che realizzare pezzi d'arredamento shabby è facile, poco costoso e consente di mettere alla prova le nostre capacità creative in modo divertente. Tutte conosciamo la tentazione che si impadronisce di noi alla vista di un vecchio baule o di una credenza, di una sedia antica o di una madia dimenticata nella soffitta della nonna. In poco tempo, grazie a un tempestivo restyling, questi oggetti possono essere riportati a nuova vita ed entrare a pieno titolo nell'arredamento del nostro living o della nostra camera da letto!

Tutto ciò che serve è un briciolo di creatività e fantasia, e poca manualità. La prima cosa da fare è riuscire a catturare il potenziale degli oggetti. Quando ci troviamo davanti a un vecchio baule, per esempio, non dobbiamo pensare di doverlo restaurare: piuttosto cerchiamo di immaginarne un uso alternativo, un restyling. In questo caso, un baule può diventare facilmente la base di un piccolo sofà pouf, se ne rimuoviamo il coperchio e creiamo una base rimovibile, sulla quale fissare dei cuscini. Il vano sotto i cuscini resterebbe intatto, come porta riviste o come spazio per riporre oggetti d'uso comune.

soggiorno-2

Un altro pezzo d'arredamento totalmente innovativo e originale è la classica credenza laccata bianca che ogni famiglia italiana possedeva tra gli anni Cinquanta e Sessanta. Questo pezzo è assolutamente interessante di per sè, per lo stile e le fattezze particolari. Si tratta di una grande credenza con due sportelli lunghi laterali, simili alle ante di un guardaroba, cassetti ai lati e al centro una nicchia, sormontata da una vetrina rettangolare in alto con vetro a scorrimento.

Voilà: la beauty station shabby chic è servita!

Questo vecchio mobile presenta infinite potenzialità. Uno dei modi più interessanti di donargli nuova vita è trasformarlo in una beauty station. L'idea è di ispirarsi ai camerini di Hollywood unendo il vintage allo shabby per mezzo del fai da te. 

Realizzarlo è molto semplice, ma richiederà un po' di ore di lavoro. Se la buona volontà non vi manca, ecco il progetto. Prima di tutto è necessario assicurarsi che il mobile sia pulito e in buono stato: dopo la pulizia il mobile va carteggiato per essere sverniciato accuratamente. All'interno delle ante laterali troverete gli scaffali, che andranno smontati per lasciare dello spazio che potremo utilizzare per appendere i vestiti più lunghi e delicati, come gli abiti da sera. A questo scopo, dovremo fissare un bastone di quelli che si usano per i guardaroba. A preferenza, possiamo invece lasciare intatti gli scaffali e usarli per riporre scarpe e borsette. 

Una volta sverniciato l'intero mobile con la carta vetrata, bisogna applicare due mani di aggrappante sulla superficie, avendo cura che si asciughi del tutto tra una mano e l'altra. Eventuali eccessi di spessore possono essere corretti, dopo l'asciugatura, con una leggera carteggiatura.

credenza-shabby-pitturata-bianco

Restyling di una vecchia credenza chic

Eseguire la decapatura sarà semplice: è sufficiente dipingere il mobile con cura usando una tinta colorata. Nel nostro caso vogliamo ottenere un mobile color rosa antico con sottotoni porpora. Le vernici MaxMeyer sono particolarmente indicate per questi lavori di fai da te. Questo brand ha messo a punto una gamma ricchissima e variegata, che rende possibile non solo pitturare e decorare le parti di casa con effetti glamour e trendy, ma anche completare i lavori manuali come i mobili fai da te, grazie alle vernici per legno disponibili in tanti colori e finiture.

Le selezioni di colori speciali e vernici per legno sono uno strumento indispensabile per chiunque si avvicini al mondo del bricolage e fai da te, ma anche dell'arredamento: dai principianti creativi agli esperti in cerca di nuovi effetti decorativi. Max Meyer produce anche una gamma di pennelli di tutti i tipi, che possono essere molto utili durante la realizzazione di una credenza shabby come la nostra.

baule-in-legno-shabby-chic-provenzale

Una volta data una spessa mano di vernice porpora, bisogna attendere circa una giornata prima che si asciughi completamente: a questo punto dobbiamo strofinare una candela di cera morbida su tutta la superficie della credenza. Una volta eseguita questa operazione si può passare allo strato di vernice rosa e lasciarla asciugare per un'altra giornata intera.

Usando un pezzo di carta vetrata a grana fine dobbiamo poi grattare via la vernice su alcuni punti strategici: si tratta delle zone alle quali desideriamo dare l'effetto usurato, ovvero angoli e bordi della credenza. L'effetto screpolato e usurato decapè è il fulcro della tendenza shabby, e per farlo durare più a lungo possiamo dare un'ultima mano di una finitura trasparente opaca.

La base per la nostra beauty station è pronta: nel vano centrale possiamo collocare uno specchio, contornato da strisce di luci led, e anche la vetrinetta rettangolare che sovrasta la madia può essere arricchita di illuminazione interna. Il piano della nicchia centrale può diventare un piano da lavoro nel quale tenere il porta pennelli o un beauty case, mentre i cassetti laterali serviranno a contenere il make up e tutti gli accessori per l'hairstyling. Le pratiche ante inferiori possono alloggiare in tutta comodità l'asciugacapelli e la piastra, così come borsette o scarpe.

 Ed ecco pronta la nostra beauty station, vintage e shabby!

Credenza-shabby-chic-1 Credenza-shabby-chic

credenza-shabby-provenzale

fai-da-te-shabby

baule-shabby

Eleonora

Eleonora Musumeci

3 thoughts on “Voilà: la beauty station shabby chic è servita!”

  1. Chiara Antonia - 11 maggio 2017 23:25

    Quante belle idee, anche io vorrei una postazione beauty tutta per me… sarebbe un sogno!

    Rispondi
  2. michela - 16 maggio 2017 2:58

    se avessi tempo e disponibilità di denaro cambierei tutto lo stile della mia casa quello shabby chic che amo a dir poco.

    Rispondi
  3. Eleonora Fenu - 19 settembre 2017 21:32

    Ma che carine queste proposte! È inutile lo stile shabby è unico

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *