Corpo: che cos’è la radiofrequenza?

BEAUTY WELLNESS

Stai già preparandoti a tornare in forma in vista della bella stagione? Intensa attività fisica, dieta sana ed equilibrata, addio alle cattive abitudini, ma... chi lo ha detto che il detto "chi bella vuole apparire, un poco deve soffrire" debba essere sempre vero? Per un rimodellamento completo del corpo non servono solo sacrifici e fatica! Alcuni trattamenti estetici molto rilassanti possono essere decisamente utili alla causa silhouette. E senza ricorrere al bisturi!

Per esempio, il rimodellamento del corpo con la radiofrequenza potrebbe essere un'ottima idea. 

Che cos'è la radiofrequenza estetica?

La radiofrequenza è una tecnica di rimodellamento del corpo non invasiva (nessuna sala operatoria!) che ricorre all'uso di appositi apparecchi medicali per intervenire sui tessuti cutanei e contrastarne il rilassamento. La radiofrequenza non fa altro che emettere onde radio che si propagano dal derma sino all'ipoderma. I tessuti si riscaldano e vengono stimolati alla produzione di collagene che, come è risaputo, è la proteina fondamentale per mantenere l'elasticità e la salute della pelle. 

Le sedute, in ciclo di numero variabile e per nulla dolorose e alquanto rilassanti, hanno una durata media che varia dai 30 ai 60 minuti. La sensazione che avvertirà chi vi si sottopone sarà di calore intenso nei punti in cui la pelle è più rilassata o vi è maggiore concentrazione di cellulite.

radiofrequenza

Perché ricorrere alla radiofrequenza?

È un trattamento che esclude l'uso di bisturi, aghi o anestesia, e senza recare troppi fastidi è in grado di offrire risultati immediati: pelle più tonica, soda, luminosa; forme rimodellate e definite. La radiofrequenza è un aiuto concreto per arrivare a quei risultati che non sei ancora riuscita a raggiungere con dieta e palestra, soprattutto se hai superato i 30. Puoi ricorrere alla radiofrequenza per

  • attenuare le rughe;
  • migliorare il tono cutaneo;
  • stimolare la circolazione;
  • ridurre la cellulite;
  • ritardare l'invecchiamento cutaneo;
  • rimodellare le adiposità localizzate.

 

Quando è meglio evitare la radiofrequenza?

Anche se le controindicazioni della radiofrequenza sono davvero trascurabili, è meglio che nei seguenti casi il trattamento venga evitato:

  • gravidanza e allattamento (meglio rimodellare dopo aver concluso queste fasi);
  • in caso di malattie auto-immuni;
  • in presenza di patologie cardiache;
  • in caso di dermatosi e infezioni cutanee.
radiofrequenza

Quali risultati si possono ottenere con la radiofrequenza?

I risultati, come ho già sottolineato, sono immediatamente visibili dalle prime sedute e si possono mantenere nel tempo con piccoli accorgimenti. Ma quali sono questi risultati?

  • drenaggio dei tessuti e riduzione della cellulite;
  • effetto lifting dovuto alla stimolazione di produzione del collagene;
  • tonificazione;
  • ossigenazione.
Eleonora

Eleonora Musumeci

6 thoughts on “Corpo: che cos’è la radiofrequenza?”

  1. elena g - 21 febbraio 2018 19:00

    E’ da un po di tempo che ci penso.. Effettivamente la radiofrequenza mi incuriosisce molto e i risultati che si possono ottenere sono tanti

    Rispondi
  2. anna santese - 21 febbraio 2018 20:35

    non conoscevo la radiofrequenza e come funzionasse grazie per tutte queste info in merito.

    Rispondi
  3. Marina Napolitano - 21 febbraio 2018 20:53

    Sembra davvero una tecnica interessante. Sai che non la conoscevo?

    Rispondi
  4. Tessy - 21 febbraio 2018 22:07

    non conoscevo questa tecnica, mi piacerebbe proprio provarla! sono curiosa

    Rispondi
  5. Grazia cantalupo - 22 febbraio 2018 6:39

    Non conoscevo il metodo della radiofrequenza come rimedio per e,iminare la cellulite! Le mie due gravidanze hanno fatto danni grazie Ele

    Rispondi
  6. sara - 22 febbraio 2018 16:45

    La radiofrequenza mi interessa e da un po ci penso, grazie per il tuo articolo che mi ha spiegato un po di cose

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *