Headu allena le intelligenze dei bambini

KIDS TOYS

Come ho scoperto Headu? In maniera molto casuale: spesso Bea e io andiamo alla Giunti alla ricerca di nuove letture. Proprio durante una visita in libreria abbiamo scoperto queste bellissime scatole gioco altamente educative. E poiché, da mamma e da insegnante, continuo a sostenere ciò che dicevano anche i latini, "ludendo docere", cioè insegnare divertendo, non ho potuto fare a meno di scoprire qualcosa di più riguardo al mondo Headu.

Quello che ho scoperto mi ha colpito moltissimo. Headu non è una semplice casa produttrice di giochi, no! Headu affronta il gioco come una questione molto seria, proprio come una questione seria è per i bambini che, giocando imparano a perseguire un obiettivo, a provare soddisfazione per i piccoli traguardi. Inoltre, il gioco coinvolge il bambino in tutti i suoi processi cognitivi e gli permette la socializzazione, ma anche di scaricare l'aggressività e di manifestare autonomia e fantasia. L'importanza del gioco oggi è riconosciuta addirittura in tutti i documentazioni internazionali che riguardano i bambini, proclamandolo come un bisogno prevalente e vitale dell'infanzia. 

Headu allena le intelligenze dei bambini

Headu, nella sua mission, si propone un'attenzione particolare verso il gioco educativo volto ad allenare le molteplici intelligenze che i bambini hanno bisogno di sviluppare nel mondo di oggi. Non è una sciocchezza, care mamme (e papà, se ce n'è qualcuno tra i miei lettori). Alle soglie del 2020 il mondo corre più velocemente che mai e segue una traiettoria fortemente diversa rispetto a 50 anni fa. Per questo, l'essenziale sembra essere diventato "imparare ad imparare", ossia affinare quelle capacità di far fronte a situazioni inconsuete, sviluppando un nuovo senso di problem solving tramite un apprendimento continuo, che permetta di rinnovare atteggiamenti e conoscenze ogni volta che se ne presenti la necessità.

Scusate se mi dilungo su questo discorso, ma lo trovo molto utile per comprendere che oltre al puro contenuto dell'apprendimento,  ancora più importante è scoprire metodi e strategie per apprendere l'apprendimento. È necessaria una grande elasticità mentale di cui non sempre siamo capaci. In quest'ottica anche la figura dell'insegnante non ha solo il compito di trasferire contenuti, quanto di guidare alla creazione di competenze, le quali prevedono un "sapere", ma anche un "saper fare" e un "saper essere". Non so se sono stata chiara. 

Posto che l'apprendimento è un fatto evolutivo che dipende dalla necessità di adattarsi a un cambiamento, il metodo Headu prevede dei "dispositivi" didattici in grado di innescare questo processo adattivo.

Il bambino, attraverso il gioco, deve attivare più modi di pensare, più farmae mentis, al fine di risolvere una situazione più o meno complessa. Il suo sforzo, ben motivato dal gioco, lo porterà a nuove competenze, ovvero a nuove combinazioni dei suoi saperi, saper fare e saper essere.
  headu

La teoria delle intelligenze multiple

Inoltre Headu guarda all'intelligenza del bambino come qualcosa di strettamente personale e multiplo: non ce n'è solo una, ma più di una. È Gardner, personalità nelle scienze dell'apprendimento e nella neuropsicologia, a sostenere la teoria delle Intelligenze Multiple, ossia l'esistenza fin dalla nascita di un nucleo di intelligenza che riguarda i vari campi (musica, arte, lingua, logica, matematica...). Sta all'educazione stimolare le intelligenze multiple e promuovere il loro sviluppo.

Mi fermo qui e vi invito ad approfondire il Metodo Headuche trovo estremamente interessante. Passiamo, invece, a vedere velocemente i giochi di cui si è innamorata la mia Bea. Ovviamente, la premessa mi è servita a spiegare come i giochi Headu siano pensati apposta per allenare e sviluppare le intelligenze multiple, assecondando le singole inclinazioni dei bambini per promuovere l'apprendimento delle competenze. 

I giochi Headu sono suddivisi per fasce d'età e competenze specifiche.

 

CHE MEMORIA CHEF!

Iniziamo con Che Memoria Chef!, 4-8 anni. In una scatola accattivante sono contenute:
  • 4 cartelle gioco per un numero di giocatori da 1 a 4,
  • 100 tessere ingredienti, 
  • 50 gettoni piatto completo,
  • 5 tessere chef.

Il gioco presenta diverse varianti, illustrate nel manuale incluso in confezione e sin da subito ha conquistato la mia Bea che mette e rimette alla prova la sua memoria e il suo spirito d'osservazione. La variante del gioco che preferisce è quella di ricostruire una ricetta cercando di ricordare, in ordine, tutti gli ingredienti che andranno collocati nella tessera dispensa. Lo abbiamo proposto durante una scampagnata con alcuni amichetti e devo dire che è stato un successone! Tutti i componenti del gioco sono in spesso e resistente cartone che ne garantisce la durata anche nelle mani dei più piccoli pasticcioni.

 

  

 

WORLD TOUR

 
World Tour, 5-10 anni, è uno stupendo puzzle gigante (63x94 cm) da 216 pezzi che rappresenta l'intero planisfero con tanto di fauna tipica luogo per luogo, monumenti e tradizioni che rendono riconoscibile ogni angolo della Terra. Un gioco stimolante per l'apprendimento e la curiosità. Non me ne vogliate se non lo darò subito a Bea. Aspetterò che arrivi in terza elementare e che la maestra le spieghi che cos'è la geografia e intanto lo userò a scuola, con i ragazzi delle medie, per rendere più divertente l'orientamento nello spazio e la posizione di continenti e stati sul nostro pianeta. Oltre al puzzle gigante, la confezione contiene 25 animali 3D da posizionare nel territorio in cui vivono. 
World Tour di Headu è perfetto per avvicinare i bambini alle prime conoscenze geografiche, alla bellezza di flora, fauna, ma anche dei monumenti più famosi al mondo. 
 
headu headu headu

WEB - FACEBOOK

Eleonora

Eleonora Musumeci

6 thoughts on “Headu allena le intelligenze dei bambini”

  1. Marins Toty - 2 maggio 2018 21:26

    Sono giochi davvero ben congegnati, io li regalo sempre ai miei nipoti e ci divertiamo tantissimo insieme

    Rispondi
  2. Claudia Carrisi - 2 maggio 2018 21:37

    Adoro questi tipi di giochi che allenano il bambino a pensare , prestare attenzione e associare le immagini e ad aumentare la manualità.

    Rispondi
  3. anna santese - 2 maggio 2018 21:42

    sono davvero dei bellissimi giochi mio figlio li adora alla follia e gioca ogni giorno con loro mollando per un bel po ipad e smartphone.

    Rispondi
  4. Simona - 2 maggio 2018 21:46

    Molto divertenti e innovativi, il gioco, la scoperta, ma anche imparare piccoli e basilari concetti.

    Rispondi
  5. Elena g - 4 maggio 2018 8:45

    Dei giochi molto carini e divertenti per un’eta In cui non è scontato. Vado a curiosare sul sito

    Rispondi
  6. Mary - 8 maggio 2018 15:36

    Bellissimi questi giochi… i puzzle sono le attività preferite dei miei bimbi!

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *