Come scegliere l’anello di fidanzamento in 4 mosse

FASHION JEWELS

Come scegliere l'anello di fidanzamento in 4 mosse

Guida smart per Lui

Ci siete? Siete proprio convinti che il vostro sia amore e che lo sarà per sempre? È il momento della proposta? E allora, prima di pensare alle parole che userete per chiederle di sposarvi, dovete assolutamente fare una scelta di tipo diverso: l'anello di fidanzamento

Mi dispiace per voi maschietti, ma non è pensabile che facciate la proposta di matrimonio a una donna senza la preziosa scatolina (piena, eh!) in mano. Ricordatevi che l'anello di fidanzamento è una promessa, la più importante e impegnativa della vita, quella di amore vero e per sempre: vi conviene impegnarvi! Ma come scegliere l'anello di fidanzamento? Non è una cosa semplicissima, lo so, ma nemmeno impossibile. Bastano alcuni accorgimenti. Ve ne suggerisco 4. 

Come scegliere l'anello di fidanzamento in 4 mosse

1. Che cosa piace a lei? 

Alla base di come scegliere l'anello di fidanzamento deve esserci una puntuale indagine circa i gusti di lei. Osservate i gioielli che indossa, fate commenti sulle vetrine delle gioiellerie che vedete mentre passeggiate, chiedete alle sue amiche. Potrete così individuare se la vostra fidanzata ama i diamanti o preferisce altre pietre; se predilige uno stile sobrio o uno più appariscente; se preferisce l'oro (giallo, rosa o bianco?), l'argento o il platino. Siate attenti ai messaggi che lei stessa vi lancia - oh, sì, eccome se lo fa! Captate i suoi apprezzamenti di fronte alle vetrine di una gioielleria o i commenti sull'anello ricevuto da un'amica. Addirittura potete farvi un'alleata preziosa nella futura suocera che, se parteggia per la vostra unione, potrebbe sottrarre un anello alla figlia perché possiate "prendere le misure".    

2. Fissate un budget e massimizzatelo.

Quando andate in gioielleria per scegliere l'anello dei sogni della vostra fidanzata è meglio che abbiate già fissato un budget dedicato. Infatti, i gioiellieri cercheranno di vendervi le pietre più grosse, e dunque più costose, se non fate subito presente loro che non volete  o potete superare una certa cifra. Il galateo del matrimonio impone che l'anello di fidanzamento costi due mensilità dello stipendio dello sposo, ma è chiaro che sarebbe meglio essere più razionali e fissare il budget intorno alle vostre reali possibilità. Tenete conto che un anello di fidanzamento come si deve ha un costo a partire da 1.000€. Ora, una volta fissato il budget secondo le vostre possibilità, potete ricorrere ad alcuni trucchetti per massimizzarlo:

    • Per esempio, provate a chiedere un diamante con una dimensione della faccia superiore maggiore così da sembrare più grande. 
 
    • una volta scelta la caratura del diamante, chiedete di vedere quella immediatamente inferiore. Mi spiego meglio. Vi piace il diamante da 1 carato? Prendete quello da 0.75. Vi piace quello da 2? Allora scegliete quello da 1.75. Così la differenza visiva sarà impercettibile, ma voi risparmierete qualcosina.
 
    • Prendete in considerazione l'acquisto di una pietra differente dal diamante: in questo modo potrete aumentare le dimensioni dell'anello. Potrete comunque valorizzare la pietra centrale affiancando due piccoli brillanti. 
 
  • Una possibilità per risparmiare sull'acquisto dell'anello di fidanzamento e prendere il meglio con spesa minima potrebbe essere rappresentata dall'acquisto online, su siti specializzati (vi segnalo BBBGem).

3. Scegliere la pietra: diamante o altra pietra preziosa?

Un buon consiglio è di scegliere e acquistare la pietra separatamente, senza montatura. Sicuramente avrete un gran risparmio e avrete inoltre la possibilità di vedere la pietra nuda, oltre a poter scegliere la forma della gemma. Se scegliete il classico diamante, le caratteristiche fondamentali alla determinazione del suo valore sono le cosiddette “4C”, cioè: il peso (Carat) espresso in Carati (1 carato = 0,2 grammi), il colore (Colour), il taglio (Cut) e la purezza (Clarity). 

Come scegliere l'anello di fidanzamento

È vero che il diamante è simbolo di amore eterno e che le tradizioni sono sempre una bella cosa, ma nessuno vi impedisce di scegliere un'altra pietra. Vi dico la verità: mio marito mi regalò il solitario classico ed evidentemente non aveva prestato la giusta attenzione ai miei segnali. Seppure io ami il mio anello, sognavo un anello differente, con una pietra colorata, magari un'ametista montata con sei punte su una doppia fascetta decorata da piccoli brillanti. Eh, pazienza, ma non sarà per un'altra volta, perché l'anello di fidanzamento è solo per una volta. Allora prendete in considerazione anche pietre diverse dal diamante. Oltre al colore, al taglio e al valore, potreste affidarvi al significato che ogni pietra preziosa cela in sé. 

Come scegliere l'anello di fidanzamento: ametista, tormalina e opale.

Amethyst engagement ring: l'Ametista è una splendida pietra viola che viene associata al segno zodiacale dei pesci e si dice che abbia la proprietà di calmare le emozioni, creare chiarezza di pensiero e ispirare saggezza. L' Ametista è la pietra della mente; porta calma e lucidità, aiuta a cogliere le intuizioni, le percezioni ed i valori. Inoltre, pare che il viola sia il colore delle persone dalla vita emotiva intensa, capaci di stabilire rapporti forti e duraturi nella vita di coppia. Ecco, perché allora non scegliere un anello di fidanzamento con ametista per la vostra fidanzata? 

Tourmaline engagement ring: la Tormalina può essere di diversi colori: viola, rosa, rossa, blu, verde... e ciò permette una più libera scelta. Inoltre, si dice che la Tormalina rinforzi corpo e spirito, offra ispirazione e aiuto alla concentrazione, incoraggi l'equilibrio e faciliti la comprensione. Quindi calma i nervi e favorisce l'equilibrio, anche in coppia. 

 

Opal engagement ring: l'Opale è di colore variabile, ma il suo significato è chiaro: amore sincero. Potrebbe dunque rivelarsi una scelta significativa per l'anello di fidanzamento. È una pietra associata alle emozioni come l'amore, la passione e la spontaneità. A quanto pare l'Opale aiuta a immaginare e sognare. Sognare una vita da sogno? Perché no! Non è una pietra luminosa quanto diamante o ametista, ma le sue sfumature sono affascinanti e per valorizzarla bastano dei brillanti.

4. Come scegliere l'anello di fidanzamento: il metallo prezioso.

L'ultimo passo prima della scelta definitiva è la scelta del metallo prezioso dell'anello di fidanzamento. In genere, i più diffusi sono:

    • Oro giallo: di solito 18 o 14 carati, l'oro giallo è una scelta classica per un anello di fidanzamento adatto soprattutto a quelle ragazze con un colore di incarnato caldo.
 
    • Oro bianco: l'oro bianco è un'alternativa più contemporanea e delicata, meno appariscente e più facile da indossare quotidianamente. Rispetto all'oro giallo ha bisogno di una maggiore cura perché, con il tempo, la rodiatura che ricopre l'oro bianco sparirà e sarà necessario rifare la placcatura in gioielleria.
 
    • Argento: l'argento è meno comune, ma anche meno costoso. Di solito, è legato a un altro metallo, per ottenere un materiale più resistente e lucente. Ricordate che il miglior argento è marcato 925.
 
  • Platino: il platino è un metallo pregiatissimo e raro, duro e dall’aspetto luminoso; sicuramente il suo costo è più alto rispetto all’oro ma è molto più forte e duraturo nel tempo, più puro e ipoallergenico.
E adesso non vi resta che scegliere il modo e il momento perfetto per inginocchiarvi e dirle: "Mi vuoi sposare?"  
Eleonora

Eleonora Musumeci

10 thoughts on “Come scegliere l’anello di fidanzamento in 4 mosse”

  1. Avatar

    Marina Napolitano - 24 Febbraio 2019 17:55

    Una guida molto interessante, apprezzo l’aiuto che vuoi fornire ai maschietti. A volte brancolano proprio nel buio

    Rispondi
  2. Avatar

    Letizia Valeri - 25 Febbraio 2019 9:14

    Mio marito è sempre stato poco romantico e naturalmente mi ha fatto la proposta senza anello che però mi ha regalato quando è nata nostra figlia.

    Rispondi
  3. Avatar

    Cristina Giordano - 25 Febbraio 2019 14:47

    Una guida che devo far leggere ai miei figli che hanno fidanzate romantiche, troppo simpatica

    Rispondi
  4. Avatar

    Giusy Loporcaro - 25 Febbraio 2019 15:19

    Un ottimo articolo per conoscere meglio il mondo dei brillanti e perchè no anche per dare un aiuto ai futuri sposi!

    Rispondi
  5. Avatar

    anna - 25 Febbraio 2019 16:54

    quanto ne vorrei uno anche io? son troppo tardi per aspettarmi un anello di fidanzamento da mio marito ^_^?

    Rispondi
  6. Avatar

    Mara - 25 Febbraio 2019 17:32

    belli gli anelli proposti certo che la scelta dell’anello non è semplice ne da fare a cuor leggero

    Rispondi
  7. Avatar

    Irene Argiropoulos - 26 Febbraio 2019 0:34

    Una scelta molto difficile, prima di tutto bisognerebbe cercare di capire se la lei in questione desidera un anello di fidanzamento classico o è aperta a varianti più moderne

    Rispondi
  8. Avatar

    silvia terracciano - 26 Febbraio 2019 11:16

    questi anelli sono stupendi davvero indossati su delle mani curate fanno la loro figura

    Rispondi
  9. Avatar

    Annamaria - Peony Nanni - 2 Marzo 2019 13:26

    Questa guida è da girare assolutamente al mio “lui”. 😀 Io sogno l’ANELLO, e significa che mi accontento di uno solo nella mia vita ma che si debba vedere lontano un chilometro! 😀 😀 Chissà se arriverà mai, in caso contrario me lo comprerò da sola <3

    Rispondi
  10. Avatar

    Sofia - 15 Marzo 2019 14:04

    sono gli anelli meravigliosi!

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *