Maniaca dell’ordine? Una casa in disordine è meglio!

HOME SWEET HOME

Casa perfetta da Instagram? Una casa in disordine è meglio!

Sei disordinata? Bene!

Casa in disordine? Alzi la mano chi non ha pensato almeno una volta nella vita che «in questa casa ci vorrebbe una bomba!». Il disordine ci perseguita, ci guarda, ci giudica, cercando di metterci sempre in riga. Ma siamo sicure che l’ordine e la precisione siano la soluzione?

Prendersi cura della casa è un lavoro. Un lavoro che richiede tempo e costanza, ma soprattutto pazienza. Eh sì, perché per quanto tu possa impegnarti a pulire e ordinare, arriverà nel giro di pochi minuti qualcuno che, con un calzino, rovinerà il tuo quadretto. La Penelope di una tela che non verrà mai ultimata… per sempre! Lo stress che ne deriverà sarà immediato e a meno che tu non abbia un fegato d’acciaio, difficilmente riuscirai a non sconfortarti stando dietro a questo e a tutti gli altri impegni quotidiani.

Mantenere la casa in ordine è un buon esercizio per tutti i componenti della famiglia, specialmente per i bambini, che imparano presto a prendersi cura dei propri spazi. Insegnare ai propri figli a rasentare la perfezione, però, non può che essere deleterio. Sono stata bambina anch’io e ricordo il momento del riordino come una cosa profondamente triste. Quando mi si chiedeva di mettere a posto la camera, dopo essermi sfrenata e aver disseminato bambole e Power Rangers dappertutto, mi saliva l’ansia.

casa in disordine

Meglio una casa perfetta o la nostra serenità?

La perfezione nell’ordine (ma non solo) e la conseguente ansia da prestazione si riflettono su tutti gli aspetti della nostra vita e per me è stato molto importante scoprire che la casa in disordine non fosse il male assoluto e che un disordine sano rende mente e corpo più sani. E non sono solo io a dirlo!

«Una casa perfetta, dove ogni oggetto è al proprio posto e nulla sembra lasciato al caso, è un ambiente triste, quasi contronatura, che porta inevitabilmente i suoi abitanti ad essere infelici»

Questo è ciò che sostiene Mario Sergio Cortella, psicologo, educatore, scrittore e filosofo brasiliano. Attenzione, però: sì al disordine, non alla sporcizia! La pulizia e l'igiene sono un altro paio di maniche!

Come si ottiene questo risultato? Liberandosi, innanzitutto, dal pregiudizio. Hai presente quelle meravigliose foto su Instagram di camere da letto perfette e soggiorni cerati e immacolati? Oppure la casa della vicina, così ordinata e piena di utensili fantastici, sempre profumata e, aggiungerei, quasi asettica? Bene! Dimenticale. Le case, specialmente quelle con i bimbi, sono meravigliose proprio perché vissute. Inoltre, il tempo risparmiato alle operazioni di riordino maniacale è tempo da dedicare a passioni, affetti, sport e a tutto ciò che rende davvero felici.

Il segreto è non prendersi troppo sul serio e non prendere troppo sul serio il disordine. Accettare che una casa in disordine e il caos sono parte della vita è il primo passo verso un approccio sano alla casa e ai propri familiari. Diamo più spazio a baci e coccole, ne beneficeranno tutti. Una casa disordinata e piena di allegria è decisamente il top. Parola di figlia!

Meglio una casa in perfetto ordine o dei figli felici? Evviva la casa in disordine!

Alba Capasso

Alba Capasso

Alba Capasso, 26 anni, copywriter in erba e amante dei social network. Ama dire la propria, dove c’è un problema cerca di trovare sempre la soluzione più congeniale e creativa. Sogna di lavorare nell’ambito della pubblicità e di aiutare le persone. Fa la raccolta differenziata con cura e sta cercando di non mangiare carne. Compito arduo essendo una napoletana doc che ama cucinare e soprattutto mangiare. Odia la perfezione e la scortesia, la gentilezza è il suo mantra.

6 thoughts on “Maniaca dell’ordine? Una casa in disordine è meglio!”

  1. Avatar

    Romina - 29 Giugno 2019 19:19

    Ciao Alba, benvenuta… Leggo spesso i post di Eleonora, sempre interessanti ed il tuo non è stato da meno. Per quanto riguarda l’ordine in casa, devi sapere che sono del segno della Vergine. Segno che tutti sanno è perfettina fino alla nausea. Beh, quando nacque Martina, mia figlia, lasciai casa un po’ allo sbando. Molte donne che venivano a farmi visita mi incoraggiavano a non pensare ad altro che a mia figlia, lasciando perdere tutto il resto, compreso l’ordine nelle camere della nostra abitazione… Ho preso talmente alla lettera quei consigli che ancora adesso, a distanza di 10 anni, non mi massacro per tenere ordinata la casa. Mi dispiace che non sia sempre splendida e impeccabile ma vengono sempre e solo mia figlia e mio marito prima.
    Ciao e alla prossima

    Rispondi
    1. Alba Capasso

      Alba Capasso - 16 Luglio 2019 10:39

      Questo è lo spirito giusto! So quanto è difficile per chi è abituato alla perfezione, rinunciarci, ma la cosa migliore come al solito si trova nel mezzo 😉

      Rispondi
  2. Avatar

    anna - 1 Luglio 2019 15:00

    post davvero ben scritto, molto interessante, che dire…speriamo di leggere nuovi post di Alba.

    Rispondi
    1. Alba Capasso

      Alba Capasso - 16 Luglio 2019 10:39

      Contaci!

      Rispondi
  3. Avatar

    Sofia - 1 Luglio 2019 16:44

    che fare….a me piace avere tutto in ordine, il disordine mi spaventa.

    Rispondi
    1. Alba Capasso

      Alba Capasso - 16 Luglio 2019 10:42

      è un’emozione perfettamente normale. Come dicevo il disordine ci perseguita e ci giudica.
      Innanzitutto respira! Chiediti cosa è veramente importante e se l’ordine rientra tra questi, metti in ordine. Il punto non è se sia meglio l’ordine o il disordine, il punto è essere sereni e trasmettere questa serenità al resto della famiglia. Il mio consiglio non è quello di essere sciatti ma di essere più leggeri 🙂

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *